In primo piano
  Acquista online    
   
Vannucci
Vannucci
 
 

 

In primo piano
  Duemila anni di storia  
     
I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya circa duemila anni prima della scoperta dell’America. Il frutto di tale pianta era considerato talmente prezioso che era utilizzato anche come moneta presso la popolazione Maya, oltre che come bevanda (lo “xocolate”) tonificante, molto aromatica ed un po’ amarognola.

La bevanda si otteneva facendo tostare le fave e macinandole. Si otteneva così una pasta di cacao alla quale aggiungere della vaniglia, della cannella ed infine dell’acqua. Dai Maya la cultura del cacao si diffuse in tutto il centro-America tramite i Tolteci e successivamente gli Aztechi. A quei tempi uno schiavo valeva cento fave. I differenti colori delle fave, in funzione della qualità del cacao, conferivano un diverso valore economico al prodotto. Proprio per questo già all’epoca esistevano i falsari che tingevano le fave per alterarne il valore commerciale. Fu Hernando Cortez nel ‘500 il primo navigatore a portare il cacao alla corte di Carlo V di Spagna.

La pianta di cacao è molto sensibile alle variazioni climatiche, ed anche al giorno d’oggi la coltivazione è ristretta alla fascia equatoriale; i principali produttori si trovano nel Centro-Sud America ( Salvador, Guatemala, Colombia, Ecuador, Brasile ) ed in Africa occidentale ( Ghana, Costa d’Avorio, Camerun, Nigeria ).

La reale diffusione del cioccolato in Europa avvenne dal 1585. Nel XVII secolo alcuni cioccolatieri di Venezia, di Firenze e di Torino divennero grandi esperti nell’arte di preparare il cacao ed esportarono i loro prodotti in tutta Europa.
La lavorazione del cioccolato si affermò in alcune città europee durante il XVIII secolo. Fino alla seconda metà del settecento la produzione del cacao e del cioccolato viene fatta a mano, dalla raccolta a tutte le fasi della lavorazione. Per la prima volta nel 1777 a Barcellona si riesce a produrre il cioccolato meccanicamente. La tappa più importante è quella che permette di solidificare il cioccolato per arrivare alle famose tavolette. Verso il 1875 gli svizzeri inventarono il cioccolato al latte.